Loading...

Listeria nel salmone affumicato: 4 casi mortali in Europa

0
Loading...
Loading...

Listeria listeriosi

Alcune confezioni di salmone affumicato avrebbero causato il decesso di 4 persone in Danimarca, Francia e Germania. Tali decessi sarebbero imputabili a un  focolaio di listeriosi. In tutto vi sarebbero stati 12 contagi. Secondo le autorità danesi, l’infezione sarebbe derivata da un salmone affumicato prodotto in Polonia dall’azienda BK Salmon contaminato dal batterio della listeria.

Listeriosi individuata un impianto polacco

I controli sono stati effettuati dall’Autorità per la sicurezza alimentare (Efsa) e dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc). Stando agli gli esami eeguiti dall’Ecdc, vi sarebbe una contaminazione ambientale nell’impianto polacco dove si produce il salmone affumicato. Il ceppo batterico di listeria è risultato lo stesso in tutte le nazioni colpite, ciò ha permesso di risalire all’impianto polacco dove si produce questo alimento.

Salmone affumicato: perché può essere contaminato dalla listeria

A detta degli esperti nel salmone affumicato si può annidare la presenza del temibile batterio della listeria, perché il processo di lavorazione, ovvero l’affumicatura sempre più spesso viene eseguita  a freddo e non a caldo. Nel secondo caso invece il batterio viene eliminato dalle elevate temperature e quindi i consumatori non corrono alcun rischio per la salute.

Listeriosi: cos’è questa malattia infettiva

La listeria deriva da un batterio che può provocare sintomi simil-influenzali quali febbre, mal di testa e malessere. Si tratta di un microrganismo che si sviluppa tra +3°C e i 45° pertanto è in grado di contaminare gli alimenti anche se sono conservati in frigorifero. Ne esistono due forme: la più diffusa causa diarrea che si manifesta poche ore dopo aver ingerito il cibo contaminato e quella più grave che invece è invasiva e sistemica e può dar luogo a encefaliti, meningiti e finanche sepsi.

Loading...
Loading...