Dieta mediterranea: riduce rischio mortalità per ictus e infarto

0
160
Loading...
Loading...

Dieta mediterranea saluteLa dieta mediterranea, stando a un nuovo studio condotto da ricercatori italiani, sarebbe in grado di  potenziare l’efficacia delle statine, riducendo il rischio di mortalità per le patologie cardiovascolari. In particolare la diminuzione del rischio riguarda soprattutto chi è stato già colpito da un infarto o da un ictus. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica International Journal of Cardiology.

Dieta mediterranea: nuova scoperta da ricercatori italiani

Il team di ricerca italiano dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli (Isernia) ha esaminato 1880 pazienti con un’età media di 67 anni. Tutte le persone, il cui stato di salute è stato monitorato per 7, alcune anche per 9 anni, risultavano affette da patologie cardiovascolari. Lo studio, cominciato nel 2005, è stato avviato nell’ambito del progetto Moli-Sani. I risultati hanno evidenziato dei rapporti statistici tra l’esposizione a fattori genetici e ambientali e la maggiore comparsa di malattie cardiovascolari nei cittadini del Molise. Chi seguiva la dieta mediterranea e al contempo era sotto terapia con le statine, presentava un rischio di mortalità per patologie cardiovascolari più basso rispetto a chi non seguiva la dieta mediterranea nè tantomeno era in cura con le statine. La dottoressa Marialaura Bonaccio ha spiegato così i risultati dello studio: “Abbiamo scoperto che le statine e la dieta mediterranea assieme erano più efficaci, rispetto ai singoli fattori considerati separatamente nel ridurre il rischio di mortalità cardiovascolare. Probabilmente, la dieta mediterranea ha facilitato l’effetto benefico delle statine, che nel nostro studio sono state generalmente utilizzate a basse dosi”.

Loading...
Loading...