Loading...

Piacere del cibo: il cervello “gode” grazie alla dopamina

0
Loading...
Loading...

Cervello godimento cibo dopamina

Quello della tavola è uno dei piaceri, assieme a quello di Venere, più celebrati nella letteratura di ogni epoca. In particolare la sensazione di piacere che deriva dal mangiare i cibi che più amiamo, deriva dal rilascio dell’ormone del benessere, la dopamina. Ad occuparsi di questi aspetti è uno studio condotto dal Max Planck Institute for Metabolism Research in Germania pubblicato sulla rivista Cell Metabolism.

Cervello e piacere del cibo: il ruolo della dopamina

Lo studio ha evidenziato che il rilascio della dopamina nel cervello avviene in due fasi distinte: la prima quando ingeriamo il cibo la prima volta e la seconda quando raggiunge lo stomaco. I ricercatori sono giunti a queste conclusioni dopo aver fatto degustare a 12 volontari sani un milkshake o una soluzione insapore mentre veniva analizzato cosa accadeva all’interno del cervello tramite una Pet. Il desiderio dei volontari nei confronti del frappè di latte ha subito un incremento nella produzione della quantità di dopamina al primo assaggio. Tuttavia quanto maggiore è risultato il desiderio del cibo minore è stato il rilascio della dopamina nella seconda fase, quella successiva all’ingestione. Uno degli autori dello studio ha spiegato che: “Da un lato, il rilascio di dopamina rispecchia il nostro desiderio soggettivo di consumare un prodotto alimentare. Viceversa, il nostro desiderio sembra sopprimere il rilascio di dopamina indotto dall’intestino, cosa che può portare a causare un eccesso di consumo di cibi altamente desiderati. È come se continuassimo a mangiare fino a quando non viene rilasciata una quantità sufficiente di dopamina“.

Loading...
Loading...