Loading...

Chirurghi ricostruiscono l’esofago a bambina affetta da una grave malformazione congenita

0
Loading...
Loading...

Chirurgia operazione

All’ospedale infantile Regina Magherita di Torino, i chirurghi hanno ricostruito l’esofago a una bambina di 3 anni affetta da una grave malformazione congenita. Affetta dall’Atresia di tipo I, è nata senza un tratto dell’esofago, per cui poteva alimentarsi solo tramite un sondino nello stomaco. Successivamente però si è dovuto passare alla nutrizione per via parenterale, tramite una cannula inserita in una grossa vena. Grazie a questo intervento potrà alimentarsi da sola.

Chirurghi ricostruiscono esofago alla bambina

Grazie a questa innovativa operazione la bambina per la prima volta ha potuto alimentarsi senza alcun supporto artificiale. Durante la prima operazione efettuata a Milano si è verificata una stenosi esofagea, vale a dire un restringimento cicatriziale che non è stato possibile far regredire. Circa un mese e mezzo fa presso la Chirurgia pediatrica del Regina Margherita, la bambina è stata sottoposta a un intervento chirurgico di riscostruzione dell’esofago. In casi analoghi si procede alla sostituzione dell’esofago con una parte dello stomaco o un tratto dell’intestino. In questo caso invece i chirurghi hanno rimosso il tratto cicatriziale ricostruendo l’esofago attraverso il prelievo del solo tessuto esofageo. Il decorso postoperatorio, presso il reparto di degenza ad Alta Intensità della Chirurgia pediatrica, si è protratto per oltre un mese. Grazie a questo intervento potrà avere una vita normale.

Loading...
Loading...