Loading...

Francesco Schettino depone al processo per il naufragio della Costa Concordia: “Ho preso tre piccioni con una fava”

0
427
Schettino depone al processo per il naufragio della Costa Concordia:
Loading...
Loading...

Schettino depone al processo per il naufragio della Costa Concordia: "Ho preso tre piccioni con una fava"

Stamattina è stato il grande giorno della deposizione di Francesco Schettino per il naufragio della Costa Concordia all’isola del Giglio, dove morirono 32 persone, ci furono diversi feriti e furono causati innumerevoli danni. Arrivato in macchina, è sceso con gli occhiali scuri senza guardare nessuno. Poi, dopo una veloce colazione, è entrato con mezz’ora di ritardo nella sala del Teatro Moderno di Grosseto, diventato da due anni ormai un Tribunale a tutti gli effetti.

Il pm Alessandro Leopizzi è andato subito al dunque, chiedendogli il motivo dell’inchino. “Con quella manovra ho preso tre piccioni con una fava”– ha spiegato il comandante. “Un paio di crociere prima, l’ex comandante Mario Palombo si complimentò con il maitre Tievoli, a bordo della Concordia, per il trattamento riservato a degli ospiti. E Tievoli me lo ricordò quella sera, così decidemmo di ripeterlo”.

Il terzo piccione è invece proprio la Costa Concordia, anche se Schettino non la nomina mai: “Lo abbiamo fatto anche per una questione commerciale, così la gente da terra poteva fare le foto e i passeggeri potevano vedere l’isola. Dei francesi me lo chiesero anche a cena”. L’accusa ha presentato anche nuove prove, come un video della schermata radar dove sono presenti frasi di Schettino “ripulite” da rumori fuorvianti.

Al vaglio anche le frasi di un’intervista di Schettino, il quale dichiarò che lo scoglio contro cui urtò la Costa Concordia non era presente sulle mappe nautiche a lui date in dotazione. Francesco Schettino è accusato di omicidio colposo plurimo, lesioni colpose plurime, naufragio colposo e altri reati minori.

Loading...
Loading...