Loading...

Bambina di 11 anni stuprata dal compagno della nonna costretta a partorire

0
31
Madre e compagno immergono bambina nell'acqua bollente
Loading...
Loading...

Madre e compagno immergono bambina nell'acqua bollente

Una storia di orrore arriva dall’Argentina: una bambina di 11 anni è stata violentata dal compagno 65enne della nonna. I fatti si sono verificati a Tucuman, nel nord dell’Argentina. Stando a quanto si apprende, alla piccola è stato vietato di ricorrere all’aborto, per cui si è vista costretta a dare alla luce il bambino con parto cesareo. Il neonato che pesa appena 600 grammi è stato messo in una incubatrice, ha poche possibilità di sopravvivere. Questo l’appello che la bambina ha rivolto ai giudici e ai medici: “Voglio che questa cosa che il vecchio mi ha messo dentro di me sia tolta”. In Argentina l’aborto è legale quando la donna corre dei rischi o in caso di stupro. La bambina aveva espresso il proprio consenso all’interruzione della gravidanza, tuttavia la tutrice della stessa era la nonna, a cui però è stata tolta la curatela. Ciò ha creato quindi una situazione di impasse, per cui la bambina si è vista costretta a portare avanti la gravidanza nonostante avesse espresso opinione contraria. Grazie alla pressione esercitata dai gruppi femministi il parto cesareo è stato praticato martedì scorso.

Loading...
Loading...