Loading...

Dieta contro la ritenzione idrica: esempio di menù

0
19
Saltare i pasti non fa dimagrire
Loading...
Loading...

Saltare i pasti non fa dimagrire

Dieta contro la ritenzione idrica. Questo problema generalmente è dato dal gonfiore che si manifesta in alcune parti del corpo, in particolare le cosce, i glutei e l’addome. Si tratta di zone maggiormente predisposte all’accumulo di grasso. Per perdere peso risulta quindi fondamentale assicurare un buon drenaggio dei liquidi dell’organismo. Possiamo raggiungere questo obiettivo con l’alimentazione. La scelta degli alimenti giusti è fondamentale per favorire il drenaggio dei reni e lo smaltimento delle tossine.

La dieta contro la ritenzione idrica: quale menu seguire

Gli esperti di diete speciali suggeriscono di seguire degli schemi alimentari almeno per due giorni alla settimana. Per evitare che le calorie si trasformino in grasso e per contrastare la stitichezza, il gonfiore e la ritenzione idric, il menu deve alleggerire il fegato e reni e liberare l’intestino dalle tossine di troppo.

Primo giorno

  • Al risveglio bere un bicchiere di acqua naturale tiepida con un cucchiaio di sciroppo di sambuco;
  • colazione a base di caffè verde, macedonia di frutta fresca di stagione con qualche seme di sesamo, yogurt naturale parzialmente scremato, una fetta di pane di segale con confettura di prugne;
  • spuntino – 2 fette di ananas;
  • pranzo – insalata con verza, arancia e lattuga condita con olio extravergine d’oliva e succo di limone, 60 grammi di farro con una manciata di cime di rapa e pinoli, 200 grammi di merluzzo al forno con prezzemolo e zucchine, 2 gallette di mais;
  • merenda con una ciotola di mele cotte;
  • cena con una zuppa di cipolle, insalata di mele e finocchi.

Secondo giorno

  • colazione con caffè verde, yogurt scremato, un frutto di stagione e 3 fette di pane di segale con confettura di arance;
  • spuntino a base di frullato di banana con latte di mandorle;
  • pranzo – 80 grammi di riso condito con zucchine e carote stufate, insalata di verza e lattuga, 200 grammi di nasello al forno con contorno di fagiolini, 2 gallette di mais;
  • merenda – yogurt bianco parzialmente scremato e una mela;
  • cena – passato di ceci e verdure, insalata di mele e finocchi.
Loading...
Loading...