Loading...

Silvio Berlusconi pronto a scendere nuovamente in campo: “Rifonderemo Forza Italia”

0
580
Silvio Berlusconi
Loading...
Loading...

Silvio Berlusconi

Alla convention organizzata ieri dai club Forza Silvio a Palermo al cinema Arlecchino è intevenuto telefonicamente lo stesso Silvio Brlusconi. Il leader di Forza Italia ha le idee molto chiare su come rivitalizzare il partito fondato nel 1994 quando decise, lui imprenditorte facente parte della società civile (il caso di Tangentopoli aperto nel 1992 ancora scottava), di misurarsi con l’agone politico.

Intanto a proposito della sua leadership nel centro-destra così ha dichiarato: “Io sono in pista, sto lavorando perchè credo sia doveroso nella situazione attuale ritornare a interessarci a tempo pieno del nostro Paese, del futuro della democrazia che non c’è“. L’obiettivo dell’ex presidente del consiglio è di “riportare Forza Italia presente tra la gente e che in tutti i Comuni si dia il via a una rinascita, una rifondazione del partito con tutte quelle campagne che metteremo in campo per le prossime elezioni nazionali“.

Berlusconi ha già pronti i suoi nuovi slogan per quando ci saranno le nuove elezioni politiche. Questa la sua ricetta per risollevare le sorti drammatiche dello stivale italico attanagliato dalla crisi economica: “Ridurre le imposte, meno tasse, meno tasse, meno tasse su famiglie, lavoro e imprese. Serve una rivoluzione fiscale. Serve una Flex Tax con aliquota al 20% per avere un risultato positivo e accettabile. Questa tassa può produrre meno tasse per le famiglie. E poi niente imposte sulle compravendite per sei mesi“. Berlusconi si mostra molto critico anche nei confronti dell’attuale governo, in particolare non lesina strali contro l’attuale presidente del consiglio: “Renzi ha fatto pagare agli anziani una parte degli 80 euro che ha dato come mancia, ha aumentato il prelievo fiscale sui depositi in banca e la tassazione sulla casa. Quando noi siamo stati al governo abbiamo aumentato la pensione ad un milione ed ottocentocinquantamila pensionati“.

L’ex Cavaliere interviene anche sullo scottante caso di Mafia Capitale che sta facendo tremare l’intera classe politica capitolina: “Avete visto lo scempio di Roma. Non possiamo accettare che la città più antica del mondo, la nostra capitale possa essere gestita ancora da chi è compromesso da quanto è accaduto. Si devono tutti dimettere, occorre indire nuove elezioni per dare a Roma gestione di assoluta trasparenza ed onestà, cosa che oggi non c’è”. Dichiarazioni che fanno indubbiamente riflettere considerando che in passato Berlusconi ha candidato soggetti alle elezioni politiche la cui fedina penale era tutt’altro che immacolata.

Non manca la polemica contro il mondo della comunicazione, in particolare contro la stampa che disinforma e le televisioni che sfornano programmi inguardabili dove la gente si parla addosso.

Infine Berlusconi caldeggia l’emissione di una moneta nazionale che si affianchi all’euro: “Pensiamo all’emissionedi una seconda moneta, una moneta nazionale e il cambio con l’euro sarà il mercato a deciderlo, ma intanto stamperemo moneta“.

Loading...
Loading...