Loading...

Pap test: è inutile se sono giovane e sto bene?

0
Loading...
Loading...

Vaccinazione donna

Il virus del papilloma umano (human papilloma virus, HPV) è il principale responsabile del cancro del collo dell’utero. La sigla HPV indica una serie di virus che si trasmettono con rapporti sessuali. Molti di questi sono innocui, un piccolo gruppo può essere causa di una infezione cronica che determina una alterazione delle cellule trasformandole in tumorali.

Grazie alla diagnosi precoce realizzata con gli screening, negli ultimi 20 anni si è assistito a una drastica riduzione di questo tumore. Il pap-test, questo il nome dell’esame, è di facile esecuzione, semplice e indolore.

Consiste nel prelevare un piccolo campione di tessuto dal collo dell’utero. Va effettuato ogni 3 anni dalle donne di età 25-65 anni. Anche la vaccinazione anti-HPV è efficace nel diminuire il rischio del cancro, soprattutto se effettuata prima dell’inizio dell’attività sessuale. Il vaccino tuttavia è in grado di proteggere solo da alcuni tipi di HPV ad alto rischio, per cui anche dopo la vaccinazione è necessario continuare a fare il pap-test.

Negli Stati Uniti in particolare grazie alle campagne di prevenzione che sono state fatte in questi ultimi anni, si è assistito a una notevole diminuzione di tumori tra le ragazze. Nello specifico questi sono i risultati: nella fascia di età compresa tra i quattordici e i diciannove anni la diminuzione è stata di ben il 64 per cento: sopra i venti anni l’incidenza è invece diminuita del 34 per cento.

Loading...
Loading...