Loading...

I medici la davano per spacciata poi la bambina apre gli occhi e stupisce tutti

0
67
Bambina leucemia
Frame video you tube: Surviving Childhood Cancer - Abby's Story
Loading...
Loading...
Bambina leucemia
Frame video you tube: Surviving Childhood Cancer – Abby’s Story

Abby Furco è una bambina di 12 anni. La vita almeno fino a questo momento non è stata molto generosa nei suoi confronti in quanto ha dovuto affrontare molti ricoveri in ospedale a causa della leucemia, che gli è stata diagnosticata all’età di 4 anni.

Quando nel 2011 le diagnosticano questa malattia i medici non le danno più del 20% di sopravvivenza. Durante i 6 anni successivi la piccola viene sottoposta a tutte le terapie disponibili: chemio radioterapia, trapianti di midollo osseo e ha partecipato finanche a un progetto di medicina sperimentale.

Così in particolare ha raccontato la madre: “Le abbiamo dato tutto il nostro amore, sapevamo di poterla perdere da un momento all’altro. Ci sono stati momenti in cui non sapevamo se ce l’avrebbe fatta. Ha avuto infezioni che l’hanno molto indebolita. E non non potevamo fare altro che guardarla lottare per la sua vita”.

Nell’autunno del 2013 Abby è tornata a una vita normale. E’ stato un anno molto bello durante il quale ha vissuto come un qualsiasi bambino della sua età. E’ tornata a scuola, giocava a calcio e aveva cominciato a frequentare gli scout.

Un anno dopo purtroppo il tumore si è ripresentato in una forma ancora più aggressiva. La madre racconta che: “Abby non riusciva a muoversi, ogni movimento le provocava dolore e smise di parlare”.

Il trapianto di midollo purtoppo non dà l’esito sperato. I reni non funzionavano più. La bambina viene messa in terapia intensiva. I medici le danno solo 48 ore di vita. Insomma sembrava che non ci fosse più nulla da fare per lei. I nonni erano sul primo aereo per salutare per un’ultima volta la loro cara nipote.

I genitori purtroppo con uno strazio indicibile nell’anima stavano organizzando il funerale. Ad Abby vengono staccati i macchinari per la dialisi. Ma proprio quando nessuno più se l’aspettava è accaduto un miracolo: Abby si è svegliata e ha pronunciato queste parole: “Ci sono ancora tante cose che devo vedere”.

Giorno dopo giorno ha cominciato a stare meglio. Ha ripreso perfino a camminare. La piccola prende ancora le medicine e la sua aspettativa di vita rimane incerta, tuttavia la famiglia adesso ha ricominciato a sperare godendosi il presente giorno dopo giorno. Così ha dichiarato la madre: “L’abbiamo vista quasi morire e poi tornare in vita. Adesso possiamo guardare avanti”.

 

Loading...
Loading...