Loading...

L’acqua dei nostri nonni era più sicura di quella che beviamo adesso?

0
27
Acqua fa bene berla durante i pasti
Loading...
Loading...

Acqua fa bene berla durante i pasti

Il nostro organismo è composto in buona parte di acqua. Senza questo prezioso ed imprenscindibile elemento saremmo destinati a morte certa. Circa la domanda ad inizio articolo, al giorno d’oggi si può dire che non sia così perché l’acqua prima di essere erogata al consumatore finale viene sottoposta a tutta una serie di controlli per accertarne la potabilità.

Ad esempio si ritiene che sia potabile quando risponde alle seguenti caratteristiche: “Si reputa potabile un’acqua limpida, inodore, insapore, incolore e innocua, priva cioè di microrganismi patogeni e sostanze chimiche nocive per l’uomo”. Questi in particolare sono alcuni parametri che vanno rispettati: tra i parametri fisici si annoverano la temperatura, che deve essere compresa fra i 12 ed i 25°C, il ph, tra 6,5 e 8,5, il residuo fisso a 180°C pari a 1500 mg/l e una durezza totale variabile da 15 a 50 °F.

Gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità sottolineano che la normativa sulle acque destinate al consumo umano è volta a garantire che le acque nel momento in cui sono utilizzate dall’uomo siano salubri e pulite e ad evitare che sostanze chimiche potenzialmente dannose per la salute siano presenti al di sopra dei livelli che potrebbero comportare un rischio.

Gli esperti dell’Istituto superiore di sanità sottolineano che in Italia per garantire l’obiettivo sostenibile del millennio n. 6 dell’ONU: accesso all’acqua potabile sicura e ai servizi igienico sanitari adeguati è aumentata la collaborazione tra interventi ambientali e sanitari, in modo da considerare il possibile impatto ambientale e climatico sulle risorse idriche, con potenziali rilevanti effetti sulla salute.

Loading...
Loading...