Loading...

India, villaggi senza bambine: l’ombra inquietante dell’aborto selettivo

0
35
India bambine
Loading...
Loading...

India bambine

In India è ancora molto presente la discriminazione di genere a favore dei figli maschi. Se infatti nasce un maschietto, la famiglia si considera fortunata, al contrario la nascita di una femminuccia viene presa come un cattivo auspicio. Insomma le bimbe sono sempre penalizzate rispetto ai pargoli maschi. A riportare l’attenzione su questo fenomeno è un dato di cronaca: stando a quanto si apprende, in 132 villaggi sparsi su un’area contigua di Uttarkashi, distretto dello Stato montano di Uttarakhand nel settentrione dell’India, tra aprile e giugno non sarebbe nata alcuna bambina a fronte invece della nascita di 216 maschi.  Un dato decisamente inquietante che farebbe pensare a una sorta di selezione di genere, in particolare al ricorso alla pratica dell’aborto selettivo.

Ashish Chauhan, un funzionario del distretto,  ha spiegato: “Credo che i resoconti dei media sui villaggi senza ragazze sono stati male interpretati. Abbiamo comunque ordinato un’indagini”. In particolare sono state “identificate le aree in cui il numero di parti femminili è pari a zero o a numeri a una cifra. Stiamo monitorando queste zone per scoprire cosa stia accadendo”. Al quotidiano britannico “The Independent” Gopal Singh Rawat, parlamentare del Bharatiya Janata Party e già membro dell’assemblea legislativa dell’Uttarakhand ha dichiarato: “Occorre  stabilire le vere ragioni dietro cifre sconvolgenti in modo di potere attuare iniziative che risolvano questo problema”. In India l’aborto selettivo di feti femminili è vietato dal 1994, ma la pratica rimane ancora frequente.

Loading...
Loading...