Loading...

Tumore al seno: nuova terapia per le pazienti in fase avanzata

0
Loading...
Loading...
Ragazza seno troppo grande
Immagine di repertorio

Per le pazienti col tumore al seno in fase avanzata ci sono nuove speranze. I risultati della ricerca di fase III MONALEESA-7, presentati durante il congresso della Società americana di oncologia clinica (Asco), hanno evidenziato il miglioramento ottenuto con l’integrazione della molecola ribociclib, rispetto alla terapia endocrina standard.

Lo studio che è stato condotto su 672 pazienti monitorate per circa 3 anni, ha evidenziato che dopo 42 mesi di questa terapia nelle donne trattate col farmaco e la terapia endocrina standard, il tasso di sopravvivenza risultava del 70%, mentre calava al 46% per quelle trattate solo con la cura standard.

Nello specifico Ribociclib, il cui utilizzo in ambito clinico approvato dalla Food and Drug Administration (Fda), è in grado di inibire l’espressione di alcuni enzimi che hanno un ruolo importante nel favorire la proliferazione delle cellule tumorali, determinando una riduzione del rischio di morte del 30%. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista New England Journal of Medicine.

Allo stato attuale si assiste a un aumento dell’incidenza del tumore al seno tra le donne non in menopausa: tra il 1978 e il 2008 negli Stati Uniti è aumentata del 2% tra le donne di età compresa tra i 20 e i 39 anni.

Loading...
Loading...