Loading...

Umiliò l’idraulico a baciarle i piedi: principessa saudita condannata a 10 mesi

0
Loading...
Loading...

Donna velo

Dopo aver fatto picchiare l’idraulico dal suo bodyguard l’aveva umiliato costringendolo a baciarle i piedi. Una delle figlie del re saudita Salman bin Abdulaziz, riconosciuta quale autrice di queste azioni ai danni di un operaio egiziano che lavorava nel suo appartamento a Parigi, dovrà scontare una pena di 10 mesi di detenzione, con la condizionale. Stando a quanto si apprende, i motivi che hanno mandato su tutte le furie la sorella del potente principe ereditario, Mohammed bin Salman non sono chiari, ma stando a quanto riportato l’idraulico si sarebbe limitato a scattare delle foto all’interno dell’appartamento. Entrando nel dettaglio all’origine vi sarebbe stato un equivoco. Chiamato per riparare una vasca malfunzionante l’idraulico avrebbe scattato una foto dell’appartamento. Per la diffesa era utile ai fini della riparazione ma la principessa ha pensato che volesse venderla, per cui ha ordinato all’uomo di baciarle i piedi e poi l’ha fatto picchiare dalla sua guardia del corpo. Nello specifico Hassa bint Salman, 43 anni è stata riconosciuta colpevole di aver chiesto alla sua guardia del corpo di picchiare un idraulico, Ashraf Eid. La principessa è stata processata e dopo un mandato di arresto emesso nel dicembre 2017, è stata condannata a pagare una multa di 10mila euro. In ogni caso la principessa ha sempre respinto l’accusa.
Loading...
Loading...