Loading...

Messico: psicologa fa a pezzi il marito con una motosega

0
Loading...
Loading...

Sega Elettrica

Maria Alejandra Lafuente Casco, giovane psicologa messicana si sarebbe macchiata di un delitto raccapricciante: la donna avrebbe fatto letteralmente a pezzi il marito servendosi di una motosega. I vari brani di quel che rimaneva dell’uomo sarebbero poi stati distribuiti in giro per Città del Messico.

La raccapricciante scoperta inizia il 6 novembre quando il tronco di un uomo viene trovato all’angolo di due strade di Città del Messico, nella delegazione Cuauhtemoc. Nello stesso giorno si susseguono altri rinvenimenti macabri: quel che rimaneva degli arti superiori e inferiori dell’uomo sono stati rinvenuti a cira 70 chilometri di distanza in alcuni sacchi di plastica nera, nella delegazione di Tlalpan. La polizia in base alle analisi su resti dell’uomo è riuscita quindi a risalire alla sua identità: si tratta del 41enne Allan Carrera Cuellar.

La moglie Maria Alejandra che ha collaborato come testimone nelle indagini, non aveva mai denunciato la scomparsa del marito. La giovane psicologa per giorni ha continuato ad inviare sms dal cellulare dell’uomo per non destare sospetti nei parenti.

Ma a completare questo quadro da film horror mancava ancora un tassello raccapricciante: la testa e quel che rimaneva di mani e piedi, assieme a qualche altro brandello dell’uomo, è stato ritrovato nei pressi dell’abitazione dove viveva la coppia. Accanto ai poveri resti mutilati del marito giaceva una sega elettrica, lo strumento che la donna avrebbe utilizzato per compiere questo scempio.

Maria Alejandra Lafuente Casco ha scomodato alcune influenti conoscenze personali per farsi ricoverare in una casa di cura per malattie mentali, tentando in tal modo di sottrarsi al processo. La donna sarà rinviata a giudizio con l’accusa di omicidio aggravato da legami di parentela.

Loading...
Loading...