Loading...

Addio a Pino Daniele stroncato da un infarto

1
Loading...
Loading...

Pino Daniele

Inizia male questo 2015 per la musica: nella notte tra domenica e lunedì si è spento Pino Daniele, una delle voci più autentiche di Napoli, ed uno degli ultimi interpreti della città partenopea e delle sue contraddizioni. Il cantauttore napoletano che il 19 marzo arebbe compiuto 60 anni, si è spento nella notte a causa di un infarto.

Stando a quanto riferisce IL Mattino, Pino Daniele è stato coplito dal’attacco cardiaco che si è rivelato fatale nella sua casa di campagna in Toscana, purtroppo ogni soccorso si è rivelato inutile. Il primo a darne notizia sul web è stato Eros Ramazzotti che così ha ricordato il suo collega ed amico Pino Daniele: “Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perché eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo…”.

A dicembre Pino Daniele dopo il concerto-evento del 1 settembre, ha ripreso il tour di “Nero a metà” l’ultimo progetto portato a termine dal bluesman, che il 16 e 17 dicembre l’ha visto al Palapartenope di Napoli ed in altre città italiane. Per l’occasione si è ricostituita la band originale del 1980. Il 30 dicembre su Rai1 la carriera dell’artista partenopeo era stata omaggiata con una puntata monografica di “Canzone”.

Ci consola pensare che forse da qualche parte abbia raggiunto il suo amico Massimo Troisi, con cui nel 1992 al programma Alta Classe condotto da Gianni Minà si esibì nella canzone O’ ssaje come fà o’ core, e proprio il cuore capriccioso e traditore è stato fatale a entrambi accomunandoli nello stesso destino.

Loading...
Loading...

1 Commento