Loading...

Dieta, la pillola del futuro per dimagrire

0
Loading...
Loading...

Obesità Dieta Dimagrimento

Dopo le abbuffate in queste festività natalizie farebbe molto comodo una pillola in grado di farci perdere in breve tempo i chili accumulati. Eppure non si tratta di fantascienza, ma di un traguardo concretamente possibile in un futuro a breve termine.

Stando a una ricerca condotta dal Gene Expression Laboratory del Salk Institute di La Jolla (California) la pillola in questione induce una sorta di suggestione che ci fa credere di aver mangiato interrompendo quindi lo stimolo della fame. Il ritrovato si basa su precisi meccanismi di natura biochimica. Al momento i primi risultati sono stati ottenuti da un esperimento condotto sui topi.

Questi gli effetti della pillola del dimagrimento: diminuzione del peso, abbassamento del livello di colesterolo e di zuccheri ed anche dell’infiammazione. La pillola ha indotto anche un aumento della temperatura nei ratti che ha portato a un accelleramento del metabolismo e quindi ha facilitato il dimagrimento. Alla base del meccanismo d’azione di questa pillola c’è la stimolazione del recettore farnesoide X (Fxr), una proteina che svolge funzioni molto importanti tra cui il rilascio di acidi biliari dal fegato, favorisce la digestione del cibo ed immagazzina grassi e zuccheri,

In pratica la proteina si attiva all’inizio di ogni pasto e spinge l’organismo a bruciare grassi. Inoltre il fatto che venga somministrata per via orale e non endovenosa dà non pochi vantaggi in quanto in tal modo il farmaco agisce solo a livello intestinale e se ne limitano gli effetti collaterali. Con questa pillola quindi in sostanza i grassi vengono bruciati molto più in fretta, si è visto infatti che nei topi alcuni depositi di grasso bianco sono diventati grasso bruno.

Il prossimo passo della ricerca sarà quindi quello di verificare l’efficacia della fexaramina nel combattere l’obesità e le altre malattie metaboliche. La ricerca è stata pubblicata su Nature Medicine.

Loading...
Loading...