Loading...

Gabriele Muccino e il fratello Silvio: un litigio che li divide da anni

0
594
Gabriele e Silvio Muccino
Loading...
Loading...

Gabriele e Silvio Muccino

Gabriele e Silvio Muccino, il primo regista, il secondo attore poi diventato regista anch’egli. Ed è proprio da quel momento senza che si consumasse un reale litigio tra i due, che le strade dei due fratelli si sono dipartite. Ai tempi di Ricordati di me e Come te nessuno mai, i rapporti tra i due fratelli andavano a gonfie vele ma poi qualcosa ha cominciato ad incrinarsi.

Gabriele Muccino è tornato su questa annosa questione in una intervista concessa a Daria Bignardi nel corso della trasmissione Le Invasioni Barbariche andata in onda mercoledì 7 gennaio su La7. Alla base di questa perdita di ogni contatto con suo fratello minore, vi sarebbero anche delle vicende familiari e personali.

Stando alle indiscrezioni infatti il fratello maggiore non avrebbe mai approvato la relazione di Silvio con Carla Evangelista, che a suo dire, l’avrebbe plagiato. Il regista ha detto di aver provato a cercarlo qualche mese fa su twitter ma poi se ne è pentito: “Un giorno ho cercato di comunicare con lui su Twitter per tutto il dolore che provavo. Lui aveva cambiato numero di cellulare e mail per non farsi rintracciare. È stato un grosso errore il mio, voglio fare un mea culpa ma anche mettere un punto. Le disfunzioni familiari purtroppo sono molto comuni. Lui faceva l’attore, un giorno ha deciso di fare il regista e si è messo in competizione con me. Ma non voglio parlare di questo“.Ed ancora: “Si sa che ho un fratello che ha 15 anni meno di me e che a un certo punto ha smesso di parlarmi, è scomparso. Senza che ci sia una stata una lite né niente”.

Gabriele Muccino dice che è riuscito a metabolizzare questo lutto per così dire dalla separazione del fratello tuttavia non lo odia ed apre così a una possibile riconciliazione: “Sette anni sono troppi. Non ho più speranze di recuperare il rapporto con mio fratello. In ogni caso, mi dispiace di aver reso pubblica una situazione che doveva restare personale“.Non c’è nulla da perdonare perché non conosco le ragioni, non sono mai riuscito ad odiare nemmeno chi mi ha odiato nei modi peggiori possibili, figuriamoci mio fratello“.

Loading...
Loading...