Loading...

Salute, lo sapevate che gli acari “abitano” la nostra faccia?

0
Loading...
Loading...

Acari

Se potessimo guardare in profondità nelle pieghe più riposte della nostra pelle scopriremmo un mondo o meglio ancora dei mondi di cui ignoriamo del tutto l’esistenza. Probabilmente è bene che rimangano incogniti. Gli abitanti di questo mondo, pur essendo innocui, è probabile che ci susciterebbero delle sensazioni di disgusto. In pratica stando a una ricerca condotta dalla North Carolina State UNiversity di Raleigh, il nostro viso è stabilmente abitato da popolazioni di acari. In pratica sono due i tipi di acari presenti sulla nostra faccia: il Demodex Folliculorum e il Demodex Brevis. Entrambi sono artropodi, con un corpo che si presenta allungato 0,1-0,4 mm e con 8 zampette. Il primo tipo si annida nei pori e nei follicoli peliferi, mentre il secondo si trova maggiormente nelle ghiandole sebacee. Gli acari vivono letteralmente sulla nostra pelle, si riproducono e depongono le uova. Sono stati individuati in tutto il corpo, ma una loro maggiore presenza in viso potrebbe essere spiegata con fatto che il volto è una zona più ricca di pori e ghiandole sebacee.

 

Ancora non si conoscono le ragioni di questa stretta simbiosi: secondo alcuni gli acari si nutrirebbero delle cellule epiteliali morte, secondo altri invece sarebbero ghiotti dei grassi contenuti nel sebo. Gli acari si riscontrano a qualsiasi età ma il loro numero aumenta dopo i 18 anni. Ad esserne maggiormente colpiti sono i soggetti che soffrono di acne rosacea ma non sono la causa di questa patologia, semplicemente approfittano dello stato della pelle di chi soffre di acne per proliferare. A questo link è possibile approndire questa ricerca.

Loading...
Loading...