Loading...

Neonata salvata da raro tumore: viene operata col cordone attaccato

0
367
vaccinazione
Loading...
Loading...

Neonata salvata da tumore

E’ stato eseguito a Torino un intervento che ha permesso di salvare una neonata che sarebbe morta pochi minuti dopo la nascita a causa di un tumore che le stringeva il collo. La piccola era affetta da una rara forma di tumore già nel grembo della madre: un teratoma cistico che ha un’incidenza rarissima, se ne segnala infatti un caso ogni 40mila nati. In pratica la piccola non sarebbe sopravvissuta dopo la nascita a causa di questa massa tumorale che le avrebbe impedito di respirare autonomamente. I medici della Città della Salute di Torino hanno allora utilizzato una tecnica innovativa: ovvero l’hanno fatta nascere “per metà”. In pratica una volta estratta solo parzialmente dall’utero, non le è stato reciso il cordone ombelicale per permetterle di continuare a respirare, in tal modo si è avuto il tempo necessario per intubarla ed avviare così la ventilazione assistita. Successivamente è stato così possibile procedere all’asportazione della massa tumorale. Il tumore si era sviluppato dal mento allo sterno e da un orecchio all’altro, e si era ingrandito al punto tale di superare di ben due volte le dimensioni della testa. La tecnica con cui è stata operata la bambina è la tecnica Exit, che sta per Ex Utero Intrapartum Treatment. Questa metodica, che consente un accesso alle vie respiratorie fetali, è stata utilizzata per la prima volta dall’ospedale torinese. L’ossigenazione viene assicurata attraverso la circolazione utero-placentare.

 

La neonata sta bene, e dopo la degenza post-operatoria, si trova adesso ricoverata in buone condizioni presso la Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Sant’Anna.

Loading...
Loading...