Loading...

Giornata mondiale per la lotta all’icus: le nuove tecniche di intervento migliorano la ripresa dei pazienti

0
Loading...
Loading...

Cervello ictus

Oggi 29 ottobre si celebra in Italia la Giornata Mondiale di lotta all’ictus cerebrale con numerose iniziative che si terranno in Italia per sensibilizzare nei confronti di questa patologia. L’iniziativa internazionale della World Stroke Organization quest’anno è rivolta in particolare alle donne in quanto risultano maggiormente a rischio di ictus a causa di fattori specifici quali diabete, fibrilllazione atriale, ipertensione. Le statistiche ci dicono che una donna su 5 avrà un ictus nella sua vita mentre per gli uomini si parla di 1 su 6. Questa patologia rappresenta la prima causa di invalidità ed è la quarta causa di morte in Occidente. Questi sono i sintomi da tenere particolarmente d’occhio in caso di ictus: intorpidimento improvviso a livello del braccio o della gamba. Difficoltà a parlare e capire, difficoltà visiva da uno dei due occhi, perdita di equilibrio, grave difficoltà di deambulazione. Ed ancora può presentarsi un forte mal di testa. Anche per quanto riguarda l’ictus è importante partire da un’ottica preventiva. L’ipertensione, la fibrillazione atriale, la malattia aterosclerotica rappresenatno tutte cause predisponenti che è possibile correggere. Nelle terapie in fase acuta è fondamentale la rapidità e l’efficacia degli interventi attraverso l’accesso del paziente nella sede più idonea. Nello specifico delle iniziative in Italia per questa giornata mondiale di lotta all’ictus tra il 26 e il 31 ottobre in oltre 2000 farmacie italiane verrà effettuato l’esame della pressione arteriosa e della fibrillazione atriale, la cui diagnosi è fondamentale per agire in chiave preventiva in quanto rappresentano fattori di rischio per questa patologia neurodegenerativa.

Loading...
Loading...