Loading...

Cozze non solo afrodisiache: supercolla subacquea ricavata dal mollusco

0
479
Ricette cenone di Capodanno 2015 di carne e di pesce: suggerimenti utili per tutti i palati
Loading...
Loading...

Ricette cenone di Capodanno 2015 di carne e di pesce: suggerimenti utili per tutti i palati

L’Istituto di nanotecnologia del Cnr di Rende e dal Nanyang Technological University di Singapore ha svolto una ricerca sulle cozze, mollusco molto apprezzato in ambito culinario di cui sono tra l’altro noti gli effetti afrodisiaci e antinfiammatori. La ricerca verte in particolare sulle proprietà adesive. E già noto che la “bava”delle cozze è una sorta di supercolla in grado di aderire perfettamente a ogni superficie. I ricercatori hanno indagato a fondo le proteine della cozze per comprenderne meglio la viscosità adesiva. La ricerca in particolare ha preso in esame l’adesione che le proteine di questo mollusco riescono a generare tra due superfici completamente immerse in acqua. In pratica il meccanismo d’azione è il seguente: in un primo momento la cozza produce la proteina asciugatrice che rimuove le molecole d’acqua  legandosi fortemente al substrato. Su questo primo strato superficiale si compone del tessuto proteico in cui ogni proteina ha una sua funzione specifica. In tal modo la cozza riesce quindi ad aderire pienamente al substrato.

 

In realtà lo studio sulle proprietà delle cozze verdi asiatiche potrebbe permettere di mettere a punto nuovi adesivi resistenti all’acqua, biodegradabili e biocompatibili, utili sia nel settore navale che in chirurgia, per suturare ferite e riparare fratture e i distacchi di retina. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Communication.

Loading...
Loading...