Loading...

“Terra dei fuochi”: Campania, in aumento gravi patologie tumorali

0
443
Inquinamento Terra dei Fuochi
Loading...
Loading...

Nella “Terra dei Fuochi” si muore di più. I dati, pubblicati dall’Istituto Superiore di Sanità, non lasciano dubbi. In queste aree sono in aumento gravi patologie tumorali che riguardano, purtroppo, anche bambini. Il dato è stato rilevato dall’aggiornamento fatto dall’Istituto sulla situazione epidemiologica nei 55 Comuni definiti dalla Legge 6/2014 come “Terra dei Fuochi”, in relazione allo smaltimento illegale dei rifiuti. Le patologie più frequenti nelle zone prese in esame utilizzando i tre indicatori (incidenza tumorale, mortalità, ricoveri), sono per la Provincia di Napoli: tumore maligno dello stomaco, tumore maligno del fegato, tumore maligno del polmone, tumore maligno della vescica, tumore maligno del pancreas (tranne che nell’incidenza fra le donne), tumore maligno della laringe (tranne che nella mortalità fra le donne), tumore maligno del rene (tranne che nell’incidenza fra gli uomini), linfoma non Hodgkin (tranne che nella mortalità fra gli uomini). Il tumore della mammella è in eccesso in tutti i 3 indicatori. In Provincia di Caserta, invece, utilizzando i due parametri (mortalità e ricoveri) si registrano eccessi di tumori maligni dello stomaco e del fegato; i tumori del polmone, della vescica e della laringe e le leucemie risultano in eccesso tra i soli uomini (mortalità e ricoveri); tra le sole donne sono in eccesso la mortalità e le ospedalizzazioni per infarto miocardico acuto. Il rapporto inoltre evidenzia un dato importante che riguarda i bambini. Oltre alle malattie infatti l’Istituto sottolinea come un altro aspetto inquietante rilevante per l’area della “Terra dei fuochi” in relazione alla salute infantile risulta essere la deprivazione socioeconomica. I bambini che vivono in zone povere sembrano essere più vulnerabili rispetto a quelli che risiedono in aree meno deprivate, perché possono cumulare diversi fattori quali malattie croniche e diete meno sane, che possono dar luogo a ulteriori effetti sinergici negativi sulla salute.

Loading...
Loading...