Loading...

Nuovo caso di meningite: grave una studentessa di Grosseto

0
475
Ospedale
Loading...
Loading...

Ospedale

Una studentessa grossetana di 22 anni che studia a Bologna e’ ricoverata da ieri nell’ospedale del capoluogo emiliano. Alla studentessa è stata diagnosticata una meningite da meningococco di tipo B. Le sue condizioni risultano gravi ma stabili. Al solito in questi casi è scattata immediatamente la proifilassi. La profilassi ha riguardato sia il personale della biblioteca e sia quanti sono venuti in contatto con la ragazza in questi giorni che sono invitati quindi a rivolgersi al proprio medicio di famiglia o all’ambulatorio di Igiene pubblica di Grosseto. Stando a quanto è stato ricostruito, la studentessa è stata a Grosseto il 3,4 e 5 gennaio mentre è partita per Firenze il 6 ed ha raggiunto Bologna la sera stessa. La meningite è una malattia infettiva che comporta l’infiammazione delle membrane che avvolgono il sistema nervoso centrale (le meningi) e che va curata con una adeguata terapia antibiotica. Riguardo alla profilassi raccomandata così si è espresso  Maurizio Spagnesi, responsabile Igiene pubblica della ex Asl 9: “La profilassi raccomandata è molto semplice e consiste nell’assunzione di un’unica compressa di ciprofloxacina da 500 mg, per via orale, nelle persone oltre i 12 anni. Per chi ha meno di 12 anni, invece, si somministra rifampicina 10 mg/kg ogni 12 ore per due giorni. Non sono necessari esami ematici o tamponi faringei, ai fini della profilassi che è comunque raccomandata a tutti i contatti anche se già vaccinati.

 

A questo proposito, occorre precisare che il vaccino non è uno strumento di prevenzione raccomandato nell’immediatezza del caso, come invece la profilassi antibiotica“.

Loading...
Loading...