Loading...

Pellicce tossiche: ritirati dal mercato alcuni capi per bambini

0
486
Pelliccia bambini
Loading...
Loading...

Pelliccia bambini

L’Istituto Superiore di Sanità a seguito della denuncia da parte della LAV ha disposto il ritiro dal mercato di alcuni capi di pelliccia in quanto risultati contaminati da sostanze tossiche. In particolare sono questi i prodotti considerati pericolosi dal Ministero: Piumino con cappuccio in pelliccia di coniglio, marca BLUMARINE BABY, per bambina, 36 mesi (codice 357PN11), Coperta in pelliccia di agnello, marca Christ, per neonati (codice V10004. Dagli esami ufficiali eseguiti dai carabinieri dei NAS sono risultati livelli molto elevati di Cromo esavalente nel prodotto BLUMARINE BABY (rispettivamente 37,3 mg/kg e 27,1mg/kg, contro il livello massimo di sicurezza di 3 mg/kg previsto dal Regolamento UE 301/2014) ed una elevata concentrazione di Cromo Trivalente (che si può assorbire tramite il sudore), 168mg/kg contro i 18mg/kg raccomandati dall’ISS per evitare l’insorgere di effetti di sensibilizzazione della cute. A seguito di queste indagini condotte dall’ISS il Ministero della Salute ha quindi disposto il sequestro permanente da tutti i canali distributivi del piumino per bambina marcato Blumarine e di una coperta per neonati in pelliccia d’agnello del marchio Christ. La Lav ha espresso soddisfazione per il provvedimento preso dal Ministero: “Il Ministero della Salute deve prendere atto che i processi produttivi caratterizzanti le pellicce difficilmente risultano standardizzabili e pertanto, ogni singolo prodotto di pellicceria può contenere sostanze chimiche tossiche e cancerogene, utilizzate in fase di concia, e in concentrazioni anche potenzialmente pericolose per la salute del consumatore, tanto più se questo è in tenera età.

 

È pertanto doveroso, nell’interesse dei cittadini, disporre il definitivo divieto di vendita di prodotti di pellicceria“.

Loading...
Loading...