Loading...

Urologo, giugno è il mese della prevenzione: visite gratuite

0
492
Urologia
Loading...
Loading...

Urologia

Per tutto il mese di giugno la Società Italiana di Urologia ha lanciato la campagna “Controllati” che darà la possibilità di effettuare oltre 200 visite gratuite in oltre 200 centri urolgici, pubblici e privati. D’altronde nonstante gli uomini tendano ad ammalarsi più spesso e in forma più grave rispetto alle loro compagne, sono più restii ad andare a farsi visitare dallo specialista per parlare delle proprie problematiche. D’altronde sono 6 le patologiae maggiormente diffuse che possono mettere a rischio la salute dell’apparato urinario maschile: prostatite, iperplasia prostatica benigna, tumore della prostata, calcolosi, infertilità e disfunzione erettile ed eiaculazione precoce. Vincenzo Mirone, segretario generale della Società italiana di urologia (Siu), sottolinea che gli uomini a differenza delle donne tendono a non fare prevenzione: “L’uomo non fa prevenzione, ce lo dicono i numeri. Solo il 10- 20% si è sottoposto nella vita a una visita di prevenzione, contro oltre il 50-60% delle donne della stessa età. Inoltre, 9 maschi su 10 vanno dallo specialista solo se affetti da patologie gravi e sono estremamente reticenti a parlare delle proprie problematiche con lui”. In realtà un’adeguata prevenzione in ambito urologico rimane fondamentale per evitare la frequenza di patologie tumorali quali quelle al rene, prostata, vescica e testicolo.

 

Inoltre una diagnosi precoce e delle patologie benigne (calcolosi urinaria, iperplasia benigna della prostata e prostatiti, infertilità maschile e disfunzioni sessuali) è altrettanto fondamentale in quanto tali patologie se trascurate possono determinare una riduzione della qualità della vita.

Loading...
Loading...