Loading...

Batteri super resistenti alle infezioni: un microrganismo nel naso potrebbe sconfiggerli

0
595
Batteri
Loading...
Loading...

Gli antibiotici hanno segnato una vera e propria rivoluzione nell’ambito della medicina: prima dell’avvento di questi preziosissimi farmaci si poteva morire anche per un semlice taglietto. Uomini anche robusti, forti fisicamente, in perfetta salute venivano annichiliti da quelle che oggi definiremmo banali infezioni. Tuttavia negli ultimi decenni a causa di un abuso di questi farmaci che vengono prescritti anche quando non sono necessari si è assistito sempre di più all’aumentio di batteri resistenti agli antibiotici. Questo determina l’insensibilità dei batteri agli antibiotici per cui sono in grado di procurare infezioni non più guaribili. Le stime in questo senso sono tutt’altro che ottimistiche: entro il 2050 si prevedono oltre 10 miioni di morti all’anno causati da questi super batteri resistenti gli antibiotici. Tuttavia i ricercatori dell’Università di Tubinga (Germania) il cui studio è stato pubblicato sulla rivista Nature, esaminando i tamponi nasali di quasi 200 pazienti, hanno scoperto che dove vi era la presenza del batterio Staphylococcus lugdunensis, il batterio antagonista Staphylococcus aureus causa di numerose infezioni contratte in ambito ospedaliero, era significativamente ridotta. Lo Staphylococcus lugdunensis capace di uccidere il batterio rivale, è stato individuato nelle narici del 9% dei campioni analizzati.

 

Stando ad alcuni risultati preliminari ottenuti nei topi sembrerebbe essere confermata l’efficacia di questi batteri presenti nei nostri nasi. Insomma potrebbe partire dai risultati di questa ricerca lo sviluppo di nuovi antibiotici in grado di combattere i batteri super resistenti alle infezioni.

Loading...
Loading...