Loading...

Orecchi di 5 bambini ricostruiti con cellule stampate in 3D

0
Loading...
Loading...

Orecchio stampante 3D

E’ accaduto in Cina dove i medici utilizzando le cellule del paziente e una stampante in 3D sono riusciti a ricostruire l’orecchio di 5 bambini che sono nati con una anomalia del padiglione auricolare che si presentava retratto e di dimensioni inferiori alla media. Si tratta di una condizione nota come microtia. L’intervento è stato eseguito dai Tissue Engineering Research Key Laboratory e dell’Università Jiao Tong di Shanghai. Così in particolare hanno dichiarato i ricercatori: “Siamo stati in grado di progettare, fabbricare e rigenerare correttamente le orecchie esterne specifiche per il paziente”. La tecnologia 3D viene sempre più impiegata in ambito medico per l’esecuzione di interventi complessi. La microtia è una malformazione dell’orecchio che colpisce circa uno ogni 5000 nuovi nati. Oggi vengono utilizzate tecniche di chirurgia plastica.

 

La particolarità di questo intervento sta nel fatto che i medici hanno prelevato le cellule proprio dall’orecchio malformato del paziente creando una sorta di stampo tridimensionale copiando quindi la forma dell’orecchio sano.

Loading...
Loading...