Loading...

Lattuga killer negli Stati Uniti: centinaia di persone ammalate e un morto

0
Loading...
Loading...

insalata busta topo

Aumenta la paura negli Stati Uniti per i decessi legati al consumo di insalata. Ma andiamo a considerare più nello specifico di cosa si tratta. Stando agli ultimi dati disponibili si sarebbero già verificati 120 casi in 25 diversi Stati. Vi sarebbe stata anche la prima vittima a causa del consumo di insalata contaminata dall’Eschericia Coli. I Cdc, ovvero i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, hanno segnalato 121 casi di infezione. I casi segnalati potrebbero derivare dalle coltivazioni di lattuga nella regione di Yuma, in Arizona, che distribuisce l’ortaggio negli Stati Uniti durante i mesi invernali.  Questi i sintomi con cui generalmente si manifesta questo ceppo batterico dell’Escherichia Coli che risulta particolarmente aggressivo: vomito, diarrea, crampi all’intestino. L’infezione può portare anche all’insufficienza renale. Tuttavia ancora non è stato individuato l’origine di questo focolaio epidemico. Rimanendo in tema di insalata confezionata, stando a uno studio condotto  dal Dipartimento di Infettivologia dell’Università di Leicester, che è stato pubblicato sulla rivista scientifica Applied and Environmental Microbiology, le foglie spezzate dell‘insalata confezionate nelle buste di plastica aumenterebbero il rischio che si possa sviluppare la salmonellosi. Ciò è indicato dalla presenza di un liquido verdognolo e dall’odore che emana, per cui è facile accorgersene.

 

Tuttavia seguendo  alcuni accorgimenti è possibile ridurre il minimo il rischio: è importante lavare l’insalata imbustata e consumarla quanto prima per evitare che l’ambiente umido presente all’interno della busta favorisca la proliferazione di batteri nocivi per la salute umana.

Loading...
Loading...