Loading...

Neuroblastoma, il tumore più diffuso tra i bambini: scoperta sostanza che lo “frena”

0
25
Ricerca medica
Loading...
Loading...

Ricerca medica

Il neuroblastoma è la patologia tumorale più diffusa in ambito pediatrico. I ricercatori del dipartimento di Farmacia e Biotecnologie dell’Alma Mater, in collaborazione con colleghi americani, australiani e tedeschi, hanno scoperto una nuova sostanza in grado di impedire la proliferazione delle cellule malate. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Science Translational Medicine. Il neuroblastoma prende avvio dall’oncogene MYCN. Non vi sono allo stato attuale farmaci che agiscano direttamente su questo oncogene, tuttavia alcuni possono avere effetto sui geni regolati da MYCN. Questo oncogene in particolare stimola la crescita delle poliammine, che sono delle molecole che svolgono la funzione di favorire la crescita delle cellule. Quando vi è un tumore si assiste a un aumento notevole di queste poliammine nelle cellule malate. Il farmaco DFMO è in grado di impedire la proliferazione di queste poliammine ma le cellule tumorali si procurano comunque le poliammine richiamandole dall’esterno. In particolare è il gene SCL3A2 che permette questo trasporto dall’esterno delle poliammine. I ricercatori sono riusciti quindi a sviluppare un nuovo farmaco, AMXT 1501, che assieme col Dfmo, è in grado di impedire la produzione delle poliammine. Nei test in provetta e su topi geneticamente modificati, l’utilizzo combinato di queste due farmaci ha fornito risultati che possono dirsi incoraggianti. L’obiettivo dei ricercatori è di riuscire a rendere più efficace la chemioterapia standard per migliorare sempre di più la cura del neuroblastoma.

Loading...
Loading...