Loading...

Vecchiaia: le cose da sapere

0
Loading...
Loading...
Anziani medicina cura
La gerontologia è lo studio dell’invecchiamento. Col termine senescenza si intende il declino delle funzioni biologiche e della capacità di adattarsi allo stress metabolico. Gli esseri umani iniziano ad invecchiare non appena raggiungono l’età adulta, circa 25 anni. Il declino degli organi con l’età è dovuto in parte alla perdita di cellule da questi organi, poiché le cellule non possono replicarsi abbastanza velocemente da ricostituirsi.

Vecchiaia: ipsa morbus est? Gli effetti sull’organismo

Un quarto degli americani di età compresa tra 65 e 74 anni è classificato come cieco. Oltre la metà delle persone nella stessa fascia di età è sorda. La dimensione della pupilla diminuisce con l’età, rendendo più difficile vedere. L’invecchiamento rende difficile cambiare il punto focale dell’occhio tra cose lontane e cose a portata di mano. Questa si chiama presbiopia. La capacità di vedere al buio diminuisce con l’età, mentre la sensibilità alla luce aumenta. Le persone anziane non hanno la capacità di sentire i suoni alle alte frequenze. La maggior parte delle persone di età superiore ai 65 anni non può sentire alcun suono con frequenze superiori a 10.000 cicli al secondo. Un giovane adulto sano può sentire frequenze fino a 20.000 cicli al secondo. Le papille gustative muoiono e non si rigenerano con l’avanzare dell’età. Alcuni studi scientifici hanno suggerito che la sensibilità al dolore diminuisce leggermente dopo i 70 anni. La pelle perde la sua elasticità con l’invecchiamento.

Se applicati sulla pelle, gli ormoni sessuali femminili possono aiutare le cellule della pelle a rigenerarsi e migliorare la loro elasticità. All’inizio del 1900, le ghiandole sessuali degli animali furono trapiantate in maschi umani nel tentativo di ringiovanire i loro ormoni sessuali, ma questi sforzi sperimentali non funzionarono. Le ossa perdono calcio con l’invecchiamento, rendendole più fragili e soggette a rotture. L’osteoporosi, una malattia comune che colpisce i livelli di calcio e minerali nelle ossa, colpisce le donne più spesso degli uomini. La respirazione diventa più difficile con l’invecchiamento del corpo, poiché la quantità di aria che può essere inalata e immagazzinata nei polmoni diminuisce nel tempo. Il fumo invecchia i polmoni. Negli studi clinici, i polmoni dei fumatori abituali sembravano essere di 10-15 anni più vecchi dei polmoni dei loro coetanei che non fumavano. Gli adulti che fanno esercizio hanno meno probabilità di contrarre malattie cardiovascolari quando invecchiano. Le persone anziane possono aumentare la frequenza cardiaca fino a 150 battiti al minuto; i giovani possono aumentare il tasso fino a oltre 200. Le malattie cardiache sono le principali cause di morte per le persone di età superiore ai 65 anni, poiché la capacità del cuore di funzionare diminuisce con l’età. La quantità di sangue pompata dal tuo cuore diminuisce di quasi il 50% all’età di 90 anni.

L’attività sessuale diminuisce con l’età; i ventenni sposati fanno sesso in media quattro volte a settimana, rispetto ai sessantenni sposati, che fanno sesso una volta alla settimana. La progeria è una malattia che mostra i sintomi dell’invecchiamento precoce. I bambini con progeria sono spesso calvi, hanno la pelle assottigliata e soffrono di affaticamento muscolare generale. La maggior parte muore per malattie cardiovascolari prima di raggiungere l’età adulta. Solo 50 casi di progeria, una malattia del rapido invecchiamento riscontrata nei bambini, sono stati identificati per ulteriori ricerche.

Sebbene le persone anziane abbiano bisogno di più tempo per imparare cose nuove, possono comprendere e ricordare nuovo materiale così come i giovani. L’invecchiamento spesso influisce sulla memoria a breve termine e sul tempo di risposta agli stimoli esterni, rendendo più difficile per le persone anziane ricordare cose accadute di recente o reagire a fattori esterni nel loro ambiente.

Vecchiaia: quando inizia

Gli esseri umani iniziano ad invecchiare non appena raggiungono l’età adulta, circa 25 anni. Il declino degli organi con l’età è dovuto in parte alla perdita di cellule da questi organi, poiché le cellule non possono replicarsi abbastanza velocemente da ricostituirsi.

Vecchiaia e cure

L’inversione di determinate attività geniche può essere la cura per l’invecchiamento umano. Gli scienziati hanno sperimentato i geni che trasformano le cellule adulte in cellule di tipo embrionale, e i topi a cui sono stati iniettati i nuovi geni sono invecchiati più lentamente e sono guariti dalle ferite più velocemente dei topi che non hanno ricevuto l’iniezione. Si ritiene generalmente che l’invecchiamento sia causato da cambiamenti epigenetici o cambiamenti in un gene che influenzano i suoi livelli di attività. Quando il livello di attività di un gene cambia, i muscoli e la mente smettono di funzionare nel modo più efficace che dovrebbero e gli esseri umani hanno maggiori probabilità di contrarre una malattia che potrebbe rivelarsi fatale. La ricerca antietà ha scoperto che un minore apporto calorico e trasfusioni di sangue da soggetti più giovani possono ridurre gli effetti dell’invecchiamento negli animali da laboratorio. Mentre il metabolismo rallenta con l’avanzare dell’età, l’esercizio fisico regolare può mantenere il metabolismo funzionante in modo più efficiente nonostante la vecchiaia. L’esercizio eccentrico (movimenti che allungano i muscoli anziché contrarli) può aiutare a ridurre e persino invertire i segni dell’invecchiamento e può far sembrare e sentire le persone più giovani più a lungo.

Vecchiaia: record di longevità

Jeanne Calment è stata accertata come la persona più anziana mai vissuta. Nacque nel 1875 e morì nel 1997 all’età di 122 anni.

Vecchiaia: dati statistici

Entro il 2050, il 22% della popolazione avrà 60 anni o più. L’aspettativa di vita media umana nel 2016 era di 72 anni. L’aspettativa di vita media mondiale per le donne è di 74,2 anni. L’aspettativa di vita media mondiale per gli uomini è di 69,8 anni. L’aspettativa di vita media mondiale è aumentata di 5,5 anni dal 2000 al 2016, il più rapido aumento dagli anni ’60. L’aspettativa di vita in Africa è aumentata di 10,3 anni dal 2000 al 2016, la più grande crescita in qualsiasi regione del mondo.

Vecchiaia società e pregiudizi

Alcuni studi hanno evidenziato che le persone con caratteristiche facciali più giovani sono state considerate più positivamente di quelle con caratteristiche facciali più vecchie, suggerendo che la vecchiaia è considerata in maniera negativa nelle società occidentali. Sebbene la comunicazione tra persone anziane e giovani possa essere spesso difficile a causa del divario generazionale, ciò è generalmente causato da pregiudizi impliciti che le generazioni più giovani possono nutrire nei confronti degli anziani, piuttosto che da un’effettiva incapacità di capirsi l’un l’altro.

Loading...
Loading...