Loading...

Meduse pericolose si stanno sempre più diffondendo nell’Adriatico settentrionale

0
7
Medusa
Loading...
Loading...

“Oltre a vesciche, possono causare mal di testa, debolezza, vertigini e persino perdita di coscienza”. Si tratta della Medusa bussola avvistata ormai frequentemente lungo la costa istriana.

Medusa

Chrysaora hysoscella, conosciuta anche come “medusa (della) bussola”, è una medusa osservata comunemente solo nell’oceano Atlantico che era finora raramente rinvenuta nel Mediterraneo. Tuttavia da poco è stata avvistata più frequentemente lungo la costa istriana. È caratterizzata da un cappello di colore giallo-marrone la cui forma ricorda una bussola e che può raggiungere un diametro di circa 30 centimetri, mentre i suoi 24 tentacoli possono raggiungere una lunghezza di un metro. In natura l’ombrello può crescere fino a 70cm di dimensione e i tentacoli fino a 5m di lunghezza. Queste meduse non sono quindi adatte ai normali acquari domestici.

Il contatto è estremamente fastidioso. Rilascia tossine che causano dolore terribile e ustioni sulla pelle e sono possibili reazioni più gravi. “Dopo essere usciti dal mare, c’è un’eruzione cutanea generalizzata, non necessariamente solo nel punto di contatto dove c’è arrossamento e successivamente vesciche, vere e proprie ustioni, ma c’è un’eruzione cutanea generalizzata che può anche accompagnarsi mal di testa, debolezza, vertigini e perdita di coscienza”, ha spiegato Tatjana Čemerikić, responsabile dell’Istituto di Medicina d’Urgenza della Regione Istriana.

Si tratta di una medusa rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” la cui puntura può essere dolorosa, per cui il consiglio degli esperti è di non avvicinarsi a questa creatura.

Loading...
Loading...