Loading...

L’uomo di Monkeypox viaggia in metropolitana: la foto diventa virale

0
3
Loading...
Loading...

L’uomo di Monkeypox viaggia in metropolitana: la foto diventa virale. Un uomo con il vaiolo delle scimmie va in metropolitana.

La foto di un medico spagnolo diventa virale: Arturo Henriques ha fotografato un uomo infetto dal vaiolo delle scimmie nella metropolitana di Madrid. Il passeggero viaggiava in pantaloncini, il medico ha notato che la malattia è al culmine del contagio. “È ricoperto di pustole dalla testa ai piedi, comprese le mani. Le persone intorno a lui si comportano come se nulla stesse accadendo”.

Il medico pubblica ora la foto del 15 luglio per sensibilizzare le persone sui social media al pericolo della malattia virale. Henriques descrive la sua esperienza su Twitter: Si è avvicinato all’uomo e gli ha chiesto della situazione. “Gli ho chiesto cosa facesse in metropolitana se avesse il vaiolo delle scimmie. La sua risposta: ‘Il mio medico non mi ha detto che dovevo stare a casa. Dovrei solo indossare una maschera’”. Henriques è sbalordito.

Attira l’attenzione del paziente sul fatto che “è a questo punto che le lesioni che ha su tutto il corpo sono più contagiose. Gli ho spiegato che sono un medico e che potrebbe aver frainteso le indicazioni dei suoi medici di base”. L’uomo della metropolitana era seccato. Disse a Henriques di lasciarlo gentilmente in pace. Un po’ disperato, il dottore si rivolse alla donna che era seduta di fronte al paziente. Ha chiesto se non era preoccupata di prendere il vaiolo delle scimmie. La sua risposta preoccupa ancora di più Henriques: “Come posso ammalarmi se non sono gay?” Il dottore ha rinunciato alla sua battaglia in quel momento.

“Quante persone ha contagiato quest’uomo? Non ne ho idea. È un muratore, eterosessuale, tra i 40 ei 50 anni”. Arturo Henriques si rende conto di quanto sia pericoloso il trasporto pubblico. “Da quell’incidente, ho smesso di stare seduto in metropolitana e di cercare di non toccare nulla”.

Negli ultimi giorni sono stati conosciuti per la prima volta i decessi in Europa per un’infezione da vaiolo delle scimmie. Due uomini, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, sono morti in Spagna venerdì e sabato. I due pazienti erano stati ricoverati negli ospedali delle regioni di Valencia e Andalusia per encefalite. La Spagna è uno dei paesi più colpiti dal vaiolo delle scimmie. Con circa 4.300 casi registrati, ci sono stati circa 120 ricoveri ospedalieri, ha affermato il Ministero della Salute. Gli esperti hanno chiesto maggiori e migliori misure per frenare la diffusione della malattia.

Loading...
Loading...