Francesco Nuti: parla l’altro badante

0
48

francesco nutiA Domenica Live è stato intervistato il badante che ha denunciato i maltrattamenti a cui è stato sottoposto Francesco Nuti. L’uomo è voluto comparire solo di spalle per tutelare la sua privacy. Queste le parole dell’uomo che ha affiancato l’altro badante che è stato denunciato per maltratamenti ai danni dell’attore e regista. “Io sono stato affiancato all’altro badante. Lui mi doveva mostrare come aiutarlo. Ho visto questi casi, che Francesco stesso ha confermato perché non parla ma può scrivere. Quel badante stava con lui da quattro anni, nei primi tre anni però c’era pure la mamma. Da un anno Francesco stava da solo con lui e queste cose sono avvenute, penso, in questo periodo. Francesco soffriva tanto“. Dopo i successi negli ani 80′ e 90′ per Nuti è iniziata una parabola discendente. L’attore ha iniziato a soffrire di depressione. A settembre del 2006 a causa di un ematoma cranico per un incidente domestico mai chiarito del tutto viene ricoverato al Policlinico di Roma. A novembre è uscito dal coma, però ha perso la parola e vive sulla sedia a rotelle. A prendersi cura dell’attore il badante georgiano che è stato accusato di maltrattamenti. Tra i film di maggiore successo del regista toscano ricordiamo “Io, Chiara e lo scuro”, “Sono contento”, “Casablanca, Casablanca” (con cui ha vinto uno dei tre Donatello come miglior attore), “Il Signor Quindicipalle” e “Caruso, zero in condotta”.

La sua ultima apparizione in pubblico risale al Mandela Forum di Firenze l’11 maggio 2014, dove davanti a 7.000 persone festeggiò il suo 59esimo compleanno con gli amici Leonardo Pieraccioni, Carlo Conti, Giorgio Panariello e Marco Masini.