Loading...

Ucraina, la tregua non regge ancora: la Merkel chiama Putin

0
439
Loading...
Loading...

ukraina russia nato

KIEV- E’ appesa ad un filo la tregua in Ucraina, i combattimenti continuano sporadicamente non rendendo di fatto attuato il “cessate il fuoco”. Nelle ultime ore si sono registrate numerose telefonate sull’asse Berlino-Mosca-Kiev, nel tentativo di non rendere vani i negoziati avvenuti nei giorni scorsi in Bielorussia. Petro Poroshenko, Angela Merkel e Vladimir Putin discutono sull’eventualità di una missione ufficiale dell’Osce, si tenta di smussare gli ultimi angoli appuntiti delle divergenze.

Sullo sfondo gli sporadici combattimenti nella zona di Debaltsevo, tra milizie separatiste e reparti regolari dell’esercito ucraino. E Barack Obama? Il presidente degli Stati Uniti d’America da qualche giorni ha attuato un basso profilo nella vicenda ucraina, defilandosi di fatto e lasciando la ribalta delle trattative alla Merkel ed Hollande.

A Washington non si nutre particolare fiducia nelle promesse strappate a Vladimir Putin, non è un mistero. Al Pentagono vi è la radicata convinzione che la politica aggressiva del Cremlino non abbia esaurito del tutto la sua spinta espansionistica.

Lo spettro di una seconda guerra fredda, sull’asse Washington-Mosca, ormai è qualcosa di più di una semplice ipotesi. Dalla caduta del muro di Berlino, nel 1989, i rapporti diplomatici tra la Federazione Russa e  gli Stati Uniti d’America hanno di fatto toccato i minimi storici.

Loading...
Loading...