Loading...

Salute: l’ora legale aumenta rischio infarto

0
455
Sveglia
Loading...
Loading...

Sveglia

Sembrerebbe esserci un legame tra il lunedì successivo al cambio delle lancette per l’introduzione dell’ora legale e l’aumento dei casi di infarto. In particolare stando a una ricerca condotta dall’Università del Michigan, soprattutto per i soggetti sofferenti di patologie cardiache, spostare la lancetta indietro di un’ora aumenterebbe il rischio di infarto nei lunedì successivi al cambio dell’ora.

In particolare l’aumento degli in infarti si verificherebbe per i quattro lunedì successivi all’ora legale. L’aumento è pari al 24-25% rispetto a un giorno normale. Negli Usa a fronte di questi dati è partita una campagna per aboloire l’ora legale, in particolare in prima fila per l’abolizione dell’ora legale troviamo il Colorado e il New Mexico.

L’ora legale in Italia arriverà nella notte tra sabato 28 marzo e domenica 29 marzo 2015.  A partire da prossimo 25 ottobre si tornerà invece all’ora solare con le lancette che dovranno essere spostate un’ora indietro. Ancora non se ne comprendono bene le ragioni, tuttavia lo spostamento delle lancette di un’ora in avanti favorisce quindi la comparsa di malattie cardiovascolari, registrandosi in particolare una impennata per quanto riguardo l’incidenza di infarti.

I ricercatori hanno invece osservato che con il ritorno all’ora solare a fine ottobre si verifica invece una riduzione del numero degli infarti registrati nei lunedì successivi sono pari al 21% in meno. Il Dottor Hindter Gurm, cardiologo autore dello studio ha sottolineato che: “I cambiamenti che osserviamo sono solo lievemente percettibili, ma quando lo stress aumenta, i casi di infarto salgono“.

Loading...
Loading...