Loading...

Gioco d’azzardo, calano i giocatori adolescenti in Italia

0
440
Tombola Lavoro
Loading...
Loading...

Tombola gioco

Il Reparto di epidemiologia e ricerca sui servizi sanitari dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Ifc-Cnr) ha condotto una ricerca ESPAD Italia 2014 sugli adolescenti che giocano d’azzardo in Italia. Dallo studio emerge che, rispetto agli anni scorsi, si sta notevolmente riducendo il numero degli studenti-giocatori. Nel biennio 2009-2011 il 47% dei ragazzi tra i 15 ed i 19 anni aveva giocato d’azzardo almeno una volta. Nel 2014 la percentuale si è abbassata al 39%.

In termini numerici tra il 2009 ed il 2011 gli adolescenti-giocatori sono stati 1,1 milione, mentre nel 2014 si sono attestati sui 900mila. Dati comunque altissimi e preoccupanti. Il gioco d’azzardo resta una delle principali piaghe sociali in Italia, che non esita a diminuire neanche con la crisi. Anzi molti padri di famiglia sperano di risolvere i loro problemi economici con vincite al gioco, ma spesso si indebitano ancora di più.

Nelle scuole si stanno intensificando sempre di più le campagne di prevenzione, per mettere in guardia i ragazzi sui rischi del gioco d’azzardo. Lo studio evidenzia che i maschi adolescenti (49%) sono più attratti rispetto alle coetanee (30%) dal gioco. Nonostante il divieto di gioco per i minorenni, quasi 1/3 dei 15enni ha giocato d’azzardo almeno una volta.

Tra i giochi i più frequenti sono i gratta e vinci (acquistabili ovunque e con diverse varianti), scommesse sportive, il bingo, il totocalcio, giochi di carte, videopoker e slot machine. I luoghi maggiormente frequentati per giocare sono i bar, le tabaccherie e le sale scommesse. Ma ultimamente si sta diffondendo sempre di più il gioco online direttamente da casa.

Loading...
Loading...