Loading...

Salute: sperimentata la tecnopilllola per diagnosticare le malattie dell’intestino

0
396
Intestino malattie croniche
Loading...
Loading...

Intestino

I ricercatori dell’Università di Tecnologia di Melbourne hanno messo a punto una capsula in grado di diagnosticare, grazie ai gas emessi dall’intestino, le malattie più comuni da cui viene colpito. In pratica i ricercatori sono partiti dallo studio dei microrganismi che popolano il nostro intestino e che sono spia di alcune patologie che potrebbero interessarlo.

Fatto ciò hanno sviluppato una tecnopillola che sulla base dei gas prodotti dalla flora batterica, è in grado di diagnosticare le malatie dell’apparato intestinale. Si tratta di una ricerca importante dal punto di vista diagnostico perché i gas prodotti dai batteri che abitano nell’intestino potrebbero essere spia della sindrome dell’intestino irritabile, dell’infiammazione cronica dell’intestino e perfino del cancro al colon.

Ma come si è arrivati alla tecnopillola? I ricercatori hanno messo a punto delle capsule in grado di analizzare i gas emessi nell’intestino e di inviarne i risultati a un ricevitore fuori dal corpo, che può essere anche un telefono cellulare. In pratica la speciale pillola hi-tech è una sorta di mini-pc capace di leggere i dati, convertire il segnale da analogico a digitale, e quindi inviarlo a un trasmettitore wireless.

Al momento queste pillole sono state sperimentate con successo sui maiali e a breve inizierà la sperimentazione anche sull’uomo. Insomma la micropillola, a detta dei ricercatori permetterà una diagnosi più rapida delle malattie intestinali aumentandone il tasso di guarigione portando altresì a una riduzione delle spese sanitarie. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Trends in Biotechnology.

Loading...
Loading...