Loading...

Terremoto: continuano le scosse sull’Appenino tosco-emiliano

0
Loading...
Loading...

Terremoto

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) tra la notte del 15 e la mattina del 16 aprile ha registrato una serie di scosse di scosse di terremoto. Stando sempre a quanto si può leggere sul sito dell’INGV un terremoto di magnitudo 2 è stato rilevato alle ore 09:15:27 italiane del giorno 16/Apr/2015 (07:15:27 16/Apr/2015 – UTC). La prima scossa è stata registrata alle ore 20:51 di ieri 15 aprile. Dalle 20:51 di ieri fino ad ora sono sono 12 le scosse registrate dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Le due scosse più forti si sono registrate una ieri alle ore 20:51 e un’altra stamattina 16 aprile alle ore 8.03. L’epicentro del  terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico dell’Appennino tosco-emiliano, tra le province di Pistoia, Modena e Bologna. I Comuni colpiti più vicini all’epicentro interessati dal sisma entro 10 chilometri sono: Montese, Gaggio Montano, Lizzano in Belvedere e Porretta Terme. Per il momento non vengono segnalati danni a persone o a cose.

 

La scossa di maggiore intensità di magnitudo 2.7 si è verificata intorno alle 8 ad una profondità di 10.2 chilometri. Movimenti sismici si sono verificati anche nella giornata del 15 aprile con le scosse che si sono susseguite pe tutta la notte. In ogni caso per rimanere sempre informati basta consultare il sito dell’INGV che riporta in tempo reale ogni fenomeno sismico italiano.

Loading...
Loading...