Loading...

Caso Diaz, poliziotto sulla sospensione di Tortosa: “Metodo totalitario”

0
442
polizia
Loading...
Loading...

polizia

Non accenna a placarsi la polemica sulla sospensione di Fabio Tortosa, l’agente della polizia che in un post su Facebook aveva rivendicato la sua azione presso la scuola Diaz durante il G8 a Genova, ribadendo che sarebbe entrato di nuovo a fare il suo lavoro, poiché quelle erano le direttive giunte dall’alto. A soffiare sul fuoco delle polemiche ci ha pensato Diego Giovine, poliziotto in servizio alla Polfer di Castelfranco, che pur non giustificando il collega lo ha comunque difeso: “Quello che ha detto il collega è criticabile, e infatti lui stesso si è scusato. Ma il modo in cui è stato sospeso, in diretta televisiva, è scandaloso e non è degno di una democrazia. Non si può prima impiccare l’imputato e poi fargli il processo, perché questi sono metodi da regimi totalitari non da democrazia”.

 

Anche lui ha espresso il suo parere su Facebook, e poi ha spiegato le sue parole durante un’intervista a Il Corriere del Veneto. Lo stesso poliziotto ha riferito di aver ricevuto molte telefonate di apprezzamento per il suo intervento. Tuttavia scarseggiano i “like” sotto al suo post. Molti infatti temono a loro volta di essere sospesi dal servizio, come accaduto al vicequestore di Cagliari reo di aver cliccato “mi piace” sotto al post di Tortosa.

Loading...
Loading...