Loading...

Monaco-Juventus, Champions League: la chiave tattica del match

0
423
Andrea Pirlo
Loading...
Loading...

Andrea Pirlo Juventus

Stasera si gioca Monaco-Juventus, gara di ritorno valida per i quarti di finale di Champions League. I bianconeri, dopo l’1-0 dell’andata, partono con un vantaggio da difendere con le unghie e con i denti per approdare alle semifinali. La Juventus parte dall’invidiabile posizione di non dover fare la partita e senza l’assillo di dover sbloccare il risultato a tutti i costi, incombenza che invece spetta agli uomini di Jardim. Allegri sembra orientato a ritornare ad un 3-5-2 di “contiana” memoria, con la difesa blindata con doppio impianto di sicurezza. Il Monaco proverà ad allargare la difesa a 3 della Juventus tenendo gli esterni Dirar e Carrasco larghi, con le sovrapposizioni dei terzini Fabinho e Kurzawa. Quindi Lichtsteiner ed Evra dovranno abbassarsi sulla linea dei difensori creando una linea a 5 difficilmente superabile. I monegaschi quindi proveranno a sfruttare gli inserimenti centrali dei mediani, in questo caso devono essere reattivi Marchisio e Vidal a tamponare gli attacchi dalla mediana.

 

Tuttavia la Juventus non dovrà farsi schiacciare, poiché il Monaco ha dimostrato di essere una squadra tosta capace di trovare la giocata vincente con i suoi attaccanti talentuosi, Berbatov su tutti. L’ideale sarebbe segnare nei primi minuti come accaduto a Dortmund contro il Borussia, per poi giocare il resto della partita in totale controllo. Il centrocampo, Pirlo in primis, deve saper innescare i veloci Tevez e Morata che possono mettere in difficoltà con la loro rapidità la tosta ma lenta difesa del Monaco.

Loading...
Loading...