Loading...

Addio apnee notturne: arriva l’app che controlla il nostro sonno

0
Loading...
Loading...

Apnee notturne

Le apnee notturne rappresentano un rischio per la salute umana in quanto provocano una “sospensione” del respiro. Tuttavia le apnee presto potrebbero non essere più un problema. Un team di ricercatori dell’Università di Washington ha realizzato un’app in grado di monitorare il sonno e di individuare quindi eventuali anomalie, quali le apnee notturne. In base ai test effettuati è risultato che questa app è perfettamente in grado di tracciare il respiro dei pazienti durante il sonno. I ricercatori americani hanno sviluppato questo apparecchio tenendo conto di una particolare caratteristica dei pipistrelli: in pratica osservandone l’attività notturna hanno analizzato il loro perfetto sistema di orientamento basato sull’emissione di onde sonore che permette a questi animali che vedono pochissimo, di non andare ad urtare contro gli oggetti. A spiegare il funzionamento della nuova app, è la coordinatrice dello studio Rajalakshmi Nandakumar: “al modo in cui navigano i pipistrelli, che inviano dei segnali sonori che colpiscono un bersaglio“.

 

In pratica in questo caso è l’app che invia onde sonore che una volta “rimbalzate” sul corpo vengono nuovamente catturate dallo smartphone e quindi analizzate. L’app potrebbe essere messa a disposizione dei consumatori nel giro di due anni. L’apnea, uno dei più diffusi disturbi respiratori nel sonno, riguarda il 2% e il dele donne e il 4% degli uomini tra i 30 e i 60 anni. Nel caso le apnee (ovvero l’interruzione del respiro per qualche secondo) siano ripetute, a lungo andare si può generare uno squilibrio del sistema neuro-vegetativo.

Loading...
Loading...