Loading...

Giovane “mangiafuoco” ricoverato in ospedale per inalazioni chimiche

0
473
Mangiafuoco
Loading...
Loading...

Mangiafuoco

Un giovane di 27 anni si trova da qualche giorno ricoverato nell’ospedale di Medicina del Lavoro, Malattie Respiratorie e Tossicologia dell’Azienda Ospedaliera di Perugia a seguito di una polmonite contratta per delle inalazioni da sostanza chimica. In pratica stando aquanto è stato rcostruito, pare che il giovane si stesse esercitando come “mangiafuoco” per uno spettacolo organizzato in occasione di una sagra paesana. Il “mangiafuoco” una volta riempitosi la bocca con una soluzione infiammabile hasofiato su iuna torcia accesa, si è quindi sprigionata una fiamma altissima. Tuttavia improvvisamente ha avvertito difficoltà respiratoria, tosse e un senso di oppressione toracica. Prof. Giacomo Muzi, Direttore della Medicina del Lavoro ha spiegato che: “Nella circostanza è però accaduto che parte della soluzione è stata inalata direttore della Medicina del Lavoro – con la conseguenza di una lesione all’apparato respiratorio. Casi come questi non sono rari, esistono in letteratura studi che spiegano cause, conseguenze e terapie da adottare“. Il giovane è stato quindi sottoposto a tutte le cure e i trattamenti necessari per la cura di questa polmonite.

 

La cosiddetta polmonite da “mangiafuoco” si manifesta in seguito all’inalazione accidentale dei combustili che vengono utilizzati nella performance, la maggior parte dei casi si risolve spontaneamene, anche se tavolta possono insorgere delle complicazioni, anche gravi.

 

Loading...
Loading...