Loading...

Calotta cranica in 3D salva bambina cinese di 3 anni

2
638
Cervello
Loading...
Loading...

Cervello 3D

Alla piccola Han Han, una bambina cinese di appena 3 anni, è stata impiantata una intera calotta cranica ricostruita in 3D. In effetti già in passato erastata utilizzata la tecnoogia in 3D per realizzare una calotta cranica tuttavia è la prima volta che un intervento del genere è stato eseguito su una paziente così giovane. L’operazione si è resa necessaria perché la bambina è affetta da una patologia nota come idrocefalo congenito, che si manifesta con una malformazione congenita alla calotta cranica. Le dimensioni della calotta cranica della bambina le avevano fatte diventare 4 volte più grande del normale. Prima del trapianto il team di medici ha dovuto drenare i liquidi in eccesso nel cervello per evitare il rischi di infezioni letali. L’intervento è durato complessivamente 17 ore ed è completamente riuscito. La piccola Han dovrà quindi affrontare le terapie post-intervento. Insomma la tecnologia in 3D viene sempre più a supporto della medicina e in particolare della chirurgia per l’esecuzione di delicati interventi.

 

Chen Youzhi, il padre della piccola, è riuscito a procurarsi i soldi necessari per l’operazione  ovvero 400-500mila Yuan grazie mobilitando il pubblico della rete. La solidarietà raccolta sul web ha consentito quindi di raggiungere, attraverso le donazioni online, la cifra necessaria per l’esecuzione dell’intervento.

Loading...
Loading...

2 COMMENTS