Loading...

Minacce e pericoli del web: il 74% degli utenti non li riconosce

0
549
Hacker
Loading...
Loading...

virus

Tra pc, tablet e smartphone ormai viviamo quotidianamente in simbiosi con la tecnologia, ma questo aumenta la possibilità di imbattersi nelle tante minacce che si annidano nel sottobosco del web. Ed infatti un esperimento realizzato da Kaspersky Lab, che ha analizzato il comportamento e le abitudini di 18mila utenti, è emerso che in media il 74% di loro non riesce ad individuare virus e minacce durante la navigazione. Il test sottoponeva agli utenti la possibilità di scaricare la canzone “Yesterday” dei Beatles tramite quattro tipi di formati: .exe, .scr, .zip e .wma. Il 34% degli esaminati ha scelto l’opzione “Beatles_Yesterday.mp3.exe”, “tranquillizzato” dalla parola mp3. Ma in realtà il file .exe spesso nasconde insidie e anche virus. Il 26% ha optato per il file .zip, che può contenere dei file malevoli. Il 14% ha scelto il file .scr, spesso usato dagli hacker per diffondere materiale infettato. Solo il 26% ha scelto il file .wma, che si tratta di un formato audio e quindi non pericoloso. Ma durante il sondaggio gli utenti hanno dimostrato anche di non riconoscere pagine web potenzialmente dannose, tant’è che il 24% degli utenti sono entrati in pagine contenenti phishing, la pratica che estorce dati personali come una sorta di cavallo di Troia.

 

A margine di questo esperimento ha commentato Morten Lehn, Managing Director di Kaspersky Lab: “Nella vita reale nessun utente si sognerebbe di contare del denaro in un luogo pubblico, non sarebbe saggio. Lo stesso istinto dovrebbe entrare in gioco quando gli utenti navigano online. Gli utenti dovrebbero acquisire maggiore consapevolezza dei pericoli del mondo online per riuscire a proteggere se stessi e gli altri”.

Loading...
Loading...