Loading...

Pensionato si suicida dopo aver perso i risparmi di una vita

0
510
banca
Loading...
Loading...

Pensionato suicida

Un pensionato 68enne di Civitavecchia si è sucidato dopo aver perso tutti i risparmi. Centodiecimila euro, frutto del lavoro e del risparmio di tutta una vita, questa la somma, andata in fumo in un attimo. I soldi sono stati persi a causa del crack della Banca Etruria, una delle quattro banche rientrate nel decreto salva-banche. Luigino D’Angelo, 68 anni, si è suicidato impiccandosi il 28 novembre scorso, ma solo ieri è stata trovata nel suo pc la lettera con cui ha spiegato il suo disperato gesto. L’uomo era correntista da oltre cinquant’anni presso la filiale di Civitavechia della Banca Etruria. Il pensionato aveva delle obbligazioni ma dopo che la banca ha cambiato il suo profilo di investimento da basso ad altissimo rischio, ha fatto diversi tentativi per rientrare in possesso del suo capitale, ma sono andati tutti a vuoto. Col decreto salva-banche che ha azzerato tutte le sue azioni e obbligazioni Luigino ha in pratica detto addio a ogni possibiltà di poter riavere il denaro investito. La moglie, duramente provata, accusa i dipendenti della Banca dell’Etruria che non l’hanno ascoltato. Intanto le associazioni dei consumatori Adusbef e Federconsumatori hanno chiesto al procuratore di Civitavechia di aprire un fascicolo: “per istigazione al suicidio e per verificare se il decreto di Bankitalia adottato dal governo sulla risoluzione delle quattro banche sia compatibile con le norme penali e con la Costituzione che all’articolo 47 tutela il risparmio“. Il pubblico ministero per il momento procede contro ignoti per istigazione al suicidio del pensionato ed è stata acquisita agli atti la lettera in cui l’uomo ha spiegato perché ha deciso di farla finita. Matteo Salvini ha commentato la vicenda usando parole molto dure. Secondo il leader della Lega Nord il pensionato si sarebbe suicidato “per colpa di Banca Etruria e di un governo assente” e si è trattato quindi di un “suicidio di Stato“.

Loading...
Loading...