Loading...

Aumento record prezzi benzina in pochi giorni: la denuncia del Codacons

0
574
Benzina
Loading...
Loading...

Benzina

Ennesima stangata per gli automobilisti. Negli ultimi tempi il prezzo della benzina è nuovamente aumentato. D’altronde è storia vecchia: basta che aumenti il costo del petrolio perché i prezzi della benzina alle pompe aumentino notevolmente e soprattutto in maniera sproporzionata determinando dei veri e propri salassi per le famiglie italiane. In particolare è la Codacons, l’associazione dei consumatori, a sottolineare gli effetti deleteri dell’aumento del costo del petrolio sui rincari della benzina. L’associazione dei consumatori sottolinea come in pochi giorni il prezzo della benzina sia aumentato facendo registrare una impennata del 3%. In pratica l’aumento del costo del petrolio ha portato a un aumento sproporzionato del prezzo della benzina che in media, è arrivato a costare al litro 1,416 euro, mentre per il gasolio il costo medio è salito a 1,234 euro. Così spiega Carlo Rienzi, il presidente dell’associazione: “In pochi giorni i listini dei carburanti in Italia hanno subito una sensibile impennata, con rincari che sfiorano il 3% per la benzina e superano il 3,6% per il gasolio. Tuttavia è intollerabile che le quotazioni internazionali abbiano ripercussioni così veloci e pesanti sui prezzi dei carburanti praticati ai cittadini”. Ed ancora: “In questa settimana le quotazioni internazionali del petrolio hanno raggiunto i 40,60 dollari al barile per il Brent e i 39 dollari per il Wti. Il rialzo della materia prima ha provocato effetti diretti subitanei sui listini dei carburanti praticati in Italia, con la benzina che a oggi costa 1,416 euro al litro e il gasolio 1,243“.

 

Insomma inevitabilmente questi effetti si ripercuotono sulle famiglie italiane che già devono far fronte a rincari di ogni tipo e che si sono trovate a spendere quasi 2 euro in più per un pieno benzina.

Loading...
Loading...