Loading...

Lombardia, no agli incentivi per la rottamazione delle auto diesel

0
172
Inquinamento smog
Loading...
Loading...

Inquinamento smog

La Regione Lombardia con il decreto numero 1744 relativo agli incentivi per l’acquisto di una nuova auto conferma le agevolazioni per quanto riguarda i veicoli a benzina, oltre che per le auto elettriche e le ibride, mentre sospende il bonus per la rottamazione per i veicoli alimentati a diesel. Tuttavia il provvedimento emanato dalla Regione Lombardia sta facendo molto discutere, in quanto non distingue tra mezzi inquinanti o meno e non tiene conto dei veicoli coinvolti nel dieselgate e quelli che invece in alcun modo vi sono rientrati. Fatto sta, che sulla base del decreto approvato dalla regione, il contributo per la rottamazione paria 90 euro non riguarderà alcun tipo diesel. L’obiettivo di fondo del bonus è quello di togliere dal parco auto i veicoli più inquinanti in modo che vengano sostituite da auto più pulite. Tale provvedimento è volto ad evitare una possibile mega-multa da parte dell’Unione Europea: “la Commissione Europea ha avviato due procedure di infrazione (per le quali ha emesso il parere motivato) nei confronti dell’Italia relativamente al superamento dei limiti per PM10 e NO2, anche in riferimento ad alcune zone della Lombardia”. Sempre la commissione europea si aspetta che il nostro Paese vada ad affrontare l’aumento della quota dei veicoli disesel. In questo senso per rientrare nei parametri anti-inquinamento sia a livello europeo che nazionale si legge che tale esclusione dei veicoli diesel dal bonus deriva: “dagli esiti dell’ultimo aggiornamento 2017 dell’Inventario regionale delle Emissioni INEMAR che confermano il ruolo determinante delle motorizzazioni diesel alla formazione degli ossidi di azoto (NOx), contribuendo per oltre il 50% delle emissioni totali regionali”. Ed ancora per quanto riguarda lo sforamento dai parametri sia nazionali che europei sull’inquinamento, la Regione sottolinea che il provvedimento si è reso necessario a seguito: “del mancato raggiungimento dei limiti previsti dalla normativa vigente nazionale e comunitaria per alcuni inquinanti, in particolare polveri sottili (PM10) e ossidi di azoto (NOx)”. Infine l’amministrazione regionale della Lombardia ha sottoscritto con il Ministero dell’Ambiente e le Regioni limitrofe un accodo di programma ambientale comune.

 

D’altronde l’inquinamento non è un problema che riguarda solo il nostro paese: in Germania sta facendo discutere l’iniziativa del governo tedesco di introdurre i trasporti pubblicii gratuiti per contrastare l’inquinamento e lo smog presenti nelle metropoli.

Loading...
Loading...