Loading...

La storia di Emma: perde la vista a causa delle lenti a contatto

0
Loading...
Loading...

Lenti a contatto inquinamento

Emma Jenkis, una donna 39 enne di Bourmmouth, in Gran Bretagna, per non aver tolto le lenti a contatto prima di fare un tuffo in piscina e non essere andata immediatamente dall’oculista ai primi sintomi di irriitazione all’occhio, ha perso la vista. La vicenda di cui ci accingamo a darvi conto, ha inizio nell’ottobre el 2013 quando Emma in vacanza in Scozia con il suo compagno, decide di fare un tuffo in piscina. Dopo 20 minuti è costretta a uscire dall’acqua a causa di una forte irritazione all’occhio sinistro, che la costringe anche a togliere le lenti a contatto. Tuttavia nonostante la vista sfocata e il mal di testa, preferisce proseguire la vacanza e quindi si reca dall’oculista solo 7 giorni dopo. Al Royal Bournemouth Hospital le diagnosticano una uveite anteriore, che deve essere trattata in tempi rapidi. Le gocce che le vengono somministrate non riescono ad arginare l’infezione prodotta dai batteri: tre giorni dopo perde completamente la vista dall’occhio sinistro. Le viene diagnosticata una cheratite microbica e un edema corneale microcristico, che le consentono soltanto di di intravedere qualche bagliore di luce e di avere percezione degli spostamenti. In ospedale le dicono a chiare lettere che la vista non tornerà più come prima. Negli anni successivi smette completamente di vedere, tuttavia nel giugno del 2016 si sottopone a trapianto di cornea che le permette di recuperare parzialmente la vista. Dopo aver seguito dei percorsi di riabilitazione, Emma oggi riesce almeno a  percepire  il mondo circostante.
Loading...
Loading...