Loading...

Cuori artificiali per studiare l’ipertrofia cardiaca

0
Loading...
Loading...

Infarto cuore come si cura

Un gruppo di ricercatori scozzesi dell’Università Abertay di Dundee, ha ricostruito in laboratorio degli organi per poterne studiare meglio le patologie. In particolare hanno creato dei “cuori artificiali” in miniatura per studiare da “vicino” l’ipertrofia cardiaca.

Gli studiosi hanno messo molta cura nell’avvicinare quanto più possibile questo cuore artificiale all’originale. Gli autori dello studio sono partiti dalle cellule staminali di un millimetro circa e poi i battiti sono stati provocati in modo artificiale.

L’ipertrofia è una grave patologia cardiaca che comporta l’ispessimento progressivo delle pareti cardiache e che determina difficoltà sempre maggiori nella contrazione del cuore per pompare il sangue.

L’obiettivo dei ricercatori è proprio quello di testare nuovi farmaci per curare l’ipertrofia cardiaca che può portare anche a un arresto cardiaco improvviso. Insomma è la prima volta che questi piccoli cuori da laboratorio vengono adoperati per sperimentare nuovi farmaci per il trattamento di malattie incurabili.

Da questa sperimentazione i cui esiti appaiono incoraggianti, si potrà capire quindi se sia possibile utilizzare questi farmaci anche sull’uomo per la cura dell‘ipertrofia cardiaca

Loading...
Loading...